📁
Forum per Webmaster
Glossario

RPM

Definizione di RPM

L’RPM è un valore espresso in divisa monetaria – in genere Euro o Dollaro – che sta ad indicare il rendimento medio i mille impressioni (ovvero visualizzazioni) di spazi pubblicitari.
Per esempio, un RPM di 1 € sta ad indicare che mediamente, mille visualizzazioni di spazio pubblicitario rendono un euro.
Per una corretta interpretazione di questo parametro, occorre tener presente quanto segue:
Ogni impressione (visualizzazione) di uno spazio pubblicitario, può corrispondere a uno o più impressioni pubblicitarie dato che uno spazio pubblicitario può contenere più di un messaggio pubblicitario appartenente a diversi inserzionisti.
In una pagina possono esservi contenuti più spazi pubblicitari, quindi ad ogni visualizzazione di pagina possono corrispondere anche più impressioni di spazi pubblicitari: Per esempio, se una pagina contiene 3 spazi pubblicitari, la sua visualizzazione genera 3 impressioni di spazi pubblicitari.
In Italia, per quanto riguarda il circuito Adsense, mediamente il valore di RPM di un sito è attorno a 0,66 €, un valore di molto dissimile può essere indice di qualche anomalia: Un valore di molto superiore può indicare la presenza di click truffaldini (auto click o indotti), e portare quindi alla esclusione da parte del circuito pubblicitario, un valore sensibilmente inferiore può essere dovuto alla collocazione degli spazi pubblicitari in un posto della pagina che poco balsa all’occhio al visitatore, il che causa pochi click in proporzione alle impressioni e di conseguenza un RPM basso.
I Fattori che determinano significativamente l’RPM in ordine di importanza sono: La nazionalità prevalente dei visitatori che accedono al sito, la posizione e il numero degli spazi pubblicitari nella pagina, e le tematiche trattate dai vostri siti. Quest’ultimo fattore necessita di una breve spiegazione: La tematica trattata dal sito e dalle pagine in cui vengono visualizzati gli annunci, è uno dei fattori che determina l’RPM in quanto in genere le pubblicità esposte nei blocchi pubblicitari sono concernenti ai contenuti, quindi i temi in cui gli inserzionisti pagano di più per avere un click, sono anche i temi che rendono meglio a chi mette a disposizione spazi pubblicitari, tuttavia le pubblicità che appaiono in un sito sono maggiormente influenzate dalle abitudini del navigatore che dal contenuto della pagina. Con un esempio, un navigatore che di sovente ricerca “viaggi e vacanze” con Google, nelle pagine che visita vedrà esposte con maggiore facilità pubblicità inerenti “viaggi e vacanze” indipendentemente dal fatto che la pagina che espone questi spot pubblicitari tratti o meno questo argomento.

Argomenti nella stessa categoria